Viaggiare in auto o in treno?

Viaggiare in auto durante l’estate può rivelarsi un’esperienza estenuante, specie se non si è in grado di reggere il caldo e le lunghe file ai caselli. Una soluzione per viaggiare in auto senza stressarsi esiste e viene offerta dalle compagnie ferroviarie. Si tratta del servizio treno con auto al seguito.

Questo servizio nasce proprio dalla necessità di facilitare le trasferte in auto dei passeggeri. In pratica, il passeggero può viaggiare in treno portandosi dietro l’auto e caricandola su appositi vagoni dello stesso treno. Il servizio dovrebbe essere disponibile pure in Italia, anche se non viene pubblicizzato un granché, tanto da far credere che sia stato addirittura abolito.

Viaggiare con la propria auto sul treno è invece possibile con le compagnie ferroviarie europee, specie quelle svizzere e tedesche. Con queste società si possono attraversare i posti più belli d’Europa e delle Alpi fruendo proprio del servizio di auto al seguito.

Il viaggio con auto al seguito può avvenire nello stesso treno o in un treno diverso. Nel primo caso, il passeggero occuperà una carrozza nello stesso treno dove è caricata l’auto, mentre nel secondo, l’auto e il passeggero viaggeranno su due treni diversi per poi ricongiungersi una volta giunti a destinazione.

Il servizio auto al seguito su un treno diverso rispetto a quello del passeggero può rivelarsi più rischioso o più ricco di imprevisti. Per evitare di “perdere” letteralmente la propria auto durante il viaggio su un altro treno, si può incaricare a destinazione una persona per il ritiro del veicolo. Questa soluzione è possibile solo se l’incaricato possiede copia dei documenti di circolazione dell’auto.

Auto con treno in Italia

Da più parti si sostiene che il servizio auto in treno sia stato definitivamente abolito nei treni italiani. Fino a qualche anno fa, comunque, questo servizio era disponibile, anche se non riguardava tutte le tratte ma solo quelle di Roma e Villa S.Giovanni, Lamezia Terme, Bolzano, Calalzo-Pieve di Cadore-Cortina, Torino e Catania. Ed ancora le tratte di Bari e Torino, Bolzano, Milano. E poi Lamezia Terme e Bolzano, Bologna. Ed infine, Villa San Giovanni e Bolzano, Bologna, Venezia e Torino. E ancora Bolzano – Roma e Torino – Napoli.

In queste tratte il servizio auto al seguito era disponibile in entrambe le direzioni. L’auto veniva caricata su treni notturni adibiti alla media o lunga percorrenza, di solito Espressi. Questi treni, non molto veloci per via del periodo in cui erano stati prodotti e per via del peso dettato dal trasporto delle auto, sono stati via via sostituiti dagli Intercity Notte, cioè da treni con la stessa funzione dell’Espresso, ma più veloci ed efficienti.

Nessun cenno al trasporto auto con treno nel sito di NTV ( Nuovo Trasporto Viaggiatori) Spa, società concorrente di Trenitalia e proprietaria del treni ad alta velocità denominati “Italo”. La scarsa diffusione del servizio auto con treno in Italia potrebbe essere determinata dalla necessità di disporre di treni sempre più veloci e tecnologicamente avanzati. Caratteristiche che possono stridere con l’eventuale “peso” delle auto da trasportare. Per verificare la disponibilità del servizio in Italia, si consiglia dunque di contattare gli uffici assistenza delle compagnie ferroviarie italiane.

Auto con treno all’estero

Appena si varcano i confini italiani sembra di trovarsi in un altro mondo, anche per quanto riguarda il servizio di auto sul treno. I siti delle società ferroviarie svizzere e tedesche pubblicizzano ampiamente il servizio di auto con treno o di auto al seguito. Questo servizio è disponibile presso la compagnia tedesca Dbautozug.

Con l’auto al seguito si possono raggiungere destinazioni come Svezia, Paesi Bassi, Norvegia e Danimarca. Inoltre è possibile viaggiare con l’auto al seguito su tutto il territorio tedesco a soli 99 euro. Altra compagnia tedesca che offre il servizio di auto al seguito è Bahn, sito web: www. bahn.com.

Auto con treno o noleggio?

Molti si chiedono se sia più conveniente il servizio con auto al seguito o quello con auto a noleggio. Osservando i costi, sembra che le due opzioni siano equivalenti. La scelta del noleggio rimane praticabile in caso di mancata disponibilità del servizio auto al seguito da parte delle società ferroviarie.

Mediamente, il servizio con auto in treno costa circa 150 euro per circa otto ore di viaggio per medie o lunghe destinazioni, mentre quello con noleggio dipende dalla tariffa e dalle condizioni applicate dalle singole società di noleggio. In genere, per il servizio treno con auto a noleggio si ottiene uno sconto del 50% sulla tariffa di viaggio, a cui si dovrà aggiungere quella oraria o giornaliera applicata dalla società di noleggio. Il prezzo medio di un’auto a noleggio è di 30 euro per 4 ore con circa 100 chilometri inclusi.

Dai confronti emerge chiaramente che il viaggio con la propria auto al seguito sia molto più conveniente del noleggio, anche perché, una volta giunti a destinazione, l’auto si potrà usare a piacimento senza doversi preoccupare delle ore che passano o del contachilometri che scorre.

Prenotazione

Il servizio con auto in treno si prenota presso le biglietterie della stazione o presso le agenzie di viaggio autorizzate. Esistono altre modalità per prenotare il biglietto, come la prenotazione on line o ticketless, cioè prenotazione telematica tramite pagamento con carta di credito. Nonostante le modalità di prenotazione siano numerose, non tutte sono disponibili per il servizio di auto al seguito. Ecco perché è consigliabile prenotare o presso la biglietteria della stazione o presso le agenzie di viaggio.

La richiesta del servizio presuppone l’obbligo di prenotare il posto a sedere contestualmente all’acquisto del biglietto. La prenotazione del viaggio con auto in treno si può effettuare quattro mesi o sette ore prima della partenza. Mentre si prenota, bisogna anche avere a portata di mano il libretto di circolazione, in modo da fornire tutti i dettagli dell’auto che si intende trasportare.

Regole

Con il servizio auto in treno si può portare in viaggio qualsiasi autoveicolo, dal più piccolo al più spazioso, Suv compreso. Questi automezzi si possono caricare sul treno a patto che non superino certi parametri e certe misure, ovvero non devono superare il metro e 56 di altezza da terra, 1,8 metri di larghezza e sette di lunghezza e devono avere una capienza massima di otto persone.

Tariffe

Le tariffe del servizio con auto in treno variano in base al tipo di posto a sedere prenotato. Si va dai 150 euro per otto ore di viaggio in una tratta nazionale di seconda classe, al doppio o al triplo della tariffa se si prenotano posti a sedere in prima classe o servizi con lettino, cuccetta o cabina singola. I servizi più costosi sono disponibili solo per pochi treni.

Il prezzo può essere abbastanza “salato” se i compagni di viaggio sono numerosi. La tariffa, infatti, si calcola in base al numero dei passeggeri. Durante il periodo estivo sono previste tariffe scontate per bimbi sotto i 12 anni, per famiglie e per ragazzi. I bimbi possono anche viaggiare gratis, mentre le famiglie e i ragazzi possono ottenere sconti che vanno dal 20 al 30% della tariffa normalmente applicata.

Link utili

Ulteriori informazioni sul servizio auto al seguito si possono reperire sui siti delle compagnie ferroviarie. Trenitatalia non dice molto a proposito di questo servizio. Per ulteriori dettagli vi consigliamo di contattare il call center della società reperibile a questo numero: 892021.

Add a Comment