Tracking GPS: come funziona?

Come funziona il tracking gps?

Come funziona il sistema di tracking GPS?

Un’unità di tracking GPS è un dispositivo che utilizza il Global Positioning System per determinare la posizione esatta di un veicolo, di una persona, o altre attività a cui è collegato e per registrare la posizione dell’oggetto di proprio interesse a intervalli regolari.

I dati di posizione registrati possono essere memorizzati all’interno dell’unità di monitoraggio, oppure possono essere trasmessi ad una base centrale di dati di localizzazione, o ad computer collegato a Internet, utilizzando un cellulare (GPRS o SMS), la radio, o un modem satellitare integrato nell’unità. In questo modo si conosce sempre la posizione del bene da visualizzare su una mappa o in tempo reale o quando si analizza la traccia successiva, utilizzando il GPS di monitoraggio. Il software di monitoraggio dei dati è disponibile per gli smartphone con funzionalità GPS.

Un GPS contiene un modulo GPS per ricevere il segnale e calcolare le coordinate. Per i registratori di dati contiene un’ampia memoria per immagazzinare le coordinate; contiene inoltre il modem GSM/GPRS per trasmettere queste informazioni a un computer centrale sia via SMS o via GPRS in forma di pacchetti IP. Il diagramma illustra un’architettura hardware di un avanzato inseguitore GPS.

Di solito, un tracker GPS cadrà in una di queste tre categorie, anche se maggior parte degli smartphone, essendo Phones GPS, possono lavorare in tutti questi modi, a seconda di quale sono installate le applicazioni mobili:

Sistema di logger GPS

Un logger GPS registra semplicemente la posizione del dispositivo ad intervalli regolari nella sua memoria interna. I moderni logger GPS hanno uno slot per scheda di memoria o memoria flash interna e una porta USB. Alcuni agiscono come un flash drive USB. Questo permette il download dei dati di log per ulteriori analisi in un computer. La tracklist o punto di interesse dell’elenco può essere in formato GPX, KML, NMEA o in un altro formato.

La maggior parte delle fotocamere digitali salvano tutto in poco tempo, il tempo di scattare una foto. Purché l’orologio della fotocamera sia stato ragionevolmente sistemato in modo accurato, questa volta può essere correlato con i dati di log GPS, per fornire una posizione precisa. Questo può essere aggiunto ai metadati Exif nel file di immagine.

Tracking GPS: uno spacciatore di dati

Il pusher dei dati è il tipo più comune di unità di localizzazione GPS, utilizzato per asset tracking, il monitoraggio personale e sistema di inseguimento del veicolo.

Noto anche come faro GPS, questo genere di dispositivo spinge (cioè “invia”) la posizione del dispositivo, nonché altre informazioni come la velocità o l’altitudine ad intervalli regolari, ad un server determinato, che può memorizzare ed immediatamente analizzare i dati.

Un dispositivo di navigazione GPS e un telefono mobile siedono fianco a fianco nella stessa scatola, alimentati dalla stessa batteria. A intervalli regolari, il telefono invia un messaggio di testo via SMS o GPRS, contenente i dati dal ricevitore GPS. I più recenti smartphone contengono il GPS integrato che esegue il monitoraggio e può trasformare il telefono in un pusher di dati ; a partire dal 2009 applicazioni open source e similari sono disponibili per Java ME e i comuni telefoni abilitati come iPhone, Android, Windows Mobile, Symbiane.

La maggior parte dei localizzatori GPS del 21° secolo fornisce la tecnologia dati di “push”, consentendo ai GPS sofisticati di eseguire un lavoro di monitoraggio in ambienti aziendali, in particolare alle organizzazioni che impiegano una forza lavoro mobile, come ad esempio una flotta commerciale. I sistemi di tracciamento GPS che vengono utilizzati nella gestione della flotta commerciale hanno due parti fondamentali: posizione hardware (o dispositivo di monitoraggio) e software di monitoraggio. Questa combinazione è spesso definita come un sistema di Automatic Vehicle Location. Il dispositivo di tracciamento è più spesso un hardware installato nel veicolo; collegato al CAN-bus, interruttore del sistema di accensione, batteria. Esso consente la raccolta dei dati aggiuntivi, che poi viene trasferita al server di tracciamento GPS, dove è disponibile per la visualizzazione, nella maggior parte dei casi, tramite un sito web accessibile su internet, dove l’attività della flotta può essere vista dal vivo o storicamente utilizzando mappe digitali e rapporti.

Add a Comment