Tipologie di collari per cani

Il collare è un mezzo indispensabile per chi possiede un cane, al pari del guinzaglio. Esistono al giorno d’oggi tantissime tipologie di collari per cani. Le variabili principali da tenere in considerazione quando si acquista un collare sono i materiali, i colori, le forme. La scelta non va effettuata in fretta, bisogna ponderare bene qualunque decisione pensando soprattutto al benessere del proprio cane.

Ecco perché bisogna prendere in considerazione anche le caratteristiche del proprio cane, cercando di scegliere un collare che ben si adatti alle sue dimensioni. Ovviamente, entrano in gioco anche fattori estetici nella scelta di un collare senza mai dimenticare che un collare bello ma poco confortevole per il proprio cane non servirà a molto.

Le tipologie di collari per cani

Sono tre le tipologie di collari per cani che si conoscono in questo momento:

  • Collari a strozzo
  • Collari a semistrozzo
  • Collari a fascetta

I collari a strozzo sono formati da una sola porzione, a sua volta composta da due anelli che sono posizionati agli estremi. Uno dei due anelli compie un percorso che gli permette di attraversare l’intera lunghezza del collare. La funzione dell’altro anello è quella di unire il moschettone al guinzaglio. Si forma così una sorta di annodatura che, quando il cane tira, si stringe attorno al suo collo mentre di allarga nel momento in cui l’animale dovesse trovarsi vicino al suo padrone.

I collari a semistrozzo sono composti da una parte da nylon, una porzione in catena e due anelli in cuoio o tessuto alle estremità, dall’altra da un’altra porzione in catena la quale attraversa i due anelli e termina il suo percorso, insieme alle altre due estremità, su un terzo anello che serve per agganciare il moschettone al guinzaglio. La particolarità del collari per cani a semistrozzo è data dal fatto che quando il cane tira il collare si stringerà fino ad un certo punto, ovvero fino al punto in cui i due estremi della prima parte del collare si avvicinano l’un con l’altro.

I collari a fascetta sono formati da una fascetta rivestita in nylon, cuoio o tessuto. Questa fascetta compie un giro completo intorno al collo del cane. E’ possibile allacciarla tramite un moschettone regolabile oppure una fibbia.

Quale collare scegliere

In base alle tre tipologie di collari per cani bisogna compiere una scelta che prenda in considerazione soprattutto le caratteristiche e le abitudini del proprio cane. Infatti, quello della passeggiata dovrà essere un momento piacevole per il cane, non una sofferenza.

I collari a fascetta sono particolarmente indicati per i cani nati da poco e che sono stati acquistati di recente. Questi collari, infatti, ben si adattano a cani di piccola taglia. Bisogna, però, fare attenzione alle misure, cercando di acquistare un collare che non sia troppo stretto ma nemmeno troppo largo. Quando si acquistano collari per cani sarebbe positivo non aggiungere troppi accessori, altrimenti potrebbero esserci effetti controproducenti sul benessere del cane.

I collari a strozzo e a semistrozzo hanno il vantaggio di essere molto pratici in quanto si infilano in maniera molto semplice. Si adattano benissimo a cani di media o grossa taglia ma richiedono una certa praticità anche da parte del padrone in quanto se l’utilizzo di questi collari non avviene in maniera corretta il cane potrebbe ferirsi e avvertire disagio.

Add a Comment