Svedese anti incendi: Volvo Xc90

Sulla nuova Volvo Xc90 debutta un sistema rivoluzionario capace di prevenire ogni tipo di problemi. Non è difficile costruire auto confortevoli. Un po’ più complesso farle anche sicure. L’intento di Volvo, proprietà della cinese Geely, è ancora più ambizioso. Lo spiega a Panorama Michele Crisci, amministratore delegato di Volvo Italia: «Si chiama Obiettivo 2020 e prevede di produrre entro quella data vetture che eliminino o limitino al minimo i danni possibili a chi è a bordo o nei dintorni. Con forti investimenti nella tecnologia della sicurezza: radar, sensori, software che prevedono il pericolo e frenano o correggono la traiettoria dell’auto per evitare gli incidenti». La nuova Volvo Xc90, suv imponente, è un passo deciso verso quella meta. Il pacchetto IntelliSafe della Xc90 ha due funzioni totalmente nuove che si aggiungono a quelle già oggi disponibili sulle vetture svedesi (frenata assistita, mantenimento della carreggiata, cruise control attivo, avviso di veicolo che sorpassa). Che sono: il dispositivo di protezione in caso di uscita di strada e la frenata automatica agli incroci. Nel primo caso, quando la Volvo Xc90 «capisce» che sta uscendo di strada, in 8,5 secondi pretensiona le cinture di sicurezza, dispone il sedile per minimizzare l’impatto modificando i cuscini sotto le gambe, fa collassare la pedaliera e innesta gli airbag. Nel secondo caso, Volvo ha sviluppato un sistema radar che agli incroci vede pure i veicoli che sbucano dietro altre auto e frena istantaneamente la macchina. Le forme della Xc90 sono alleggerite da soluzioni eleganti, come le luci diurne a led a forma di «martello di Thor», la sagoma minacciosa dei fari frontali (che diventerà la firma luminosa delle Volvo di domani). Ma è all’interno che si trovano le scelte più innovative: sulla plancia spariscono quasi completamente i comandi, sostituiti da un grande schermo «touch», come i tablet. Con quello si comanda tutto, dalla climatizzazione alla gestione del cellulare, fino all’impianto sonoro (firmato Bower&Wilkins), che ricrea la sonorità di un teatro da concerto. Oltre alle motorizzazioni tradizionali, benzina e diesel, c’è la versione ibrida plugin (con motore elettrico ricaricabile) che garantisce un’autonomia di 40 chilometri e zero inquinamento in città. I prezzi: da 52.350 a 82.550 euro (la ibrida).

Add a Comment