Quali sono gli aerei più veloci?

Quali sono gli aerei più veloci?Grazie a speciali motori all’idrogeno sono quelli privi di pilota. Volano a quote altissime!
Si chiama Falcon HTV 2 il velivolo teleguidato più rapido mai costruito. Può raggiungere i 26mila chilometri orari, ovvero 22 volte la velocità del suono, circa 30 volte quella dei normali voli di linea. Per dare un’idea di quanto sia veloce, basti pensare che è in grado di coprire la distanza tra Roma e New York in appena 15 minuti, contro le circa 8 ore normalmente richieste.

Non è certo finita qui: l’aereo, progettato dal Defense Advanced Research Projects Agency (Darpa) e dalla United States Air Force (Usaf), dovrebbe toccare i 35.400 chilometri orari entro il 2025, con l’obiettivo di raggiungere qualsiasi posto del mondo in pochi minuti. In seconda posizione, troviamo 1’X-43 prodotto dalla Nasa.

Si tratta di un piccolo velivolo (circa 3,50 metri di lunghezza) con motore scramjet (a idrogeno). Per funzionare, viene lanciato da un razzo: nel momento in cui quest’ultimo raggiunge una certa velocità, entra in funzione il motore a idrogeno, che porta il velivolo a oltre 7.580 chilometri orari.

In futuro, l’X-43 sarà dotato di normali motori jet, per assolvere alla prima fase. Al terzo posto troviamo l’X-15, prodotto da Nasa e US Air Force, detentore del record di velocità per velivoli con pilota, ottenuto nel 1963, a quota 100 mila metri con la velocità di 7.274 chilometri orari. Segue l’SR-72, un aereo spia, privo di pilota, in grado di raggiungere la velocità di circa 7.200 chilometri orari.
Gli aerei più veloci sono privi di pilota e volano nella stratosfera. Per quanto riguarda quelli tradizionali, in atmosfera e con una persona alla guida, il record di appartiene al Lockheed SR-?1, noto come 13Iackbird (uccello nero), velivolo che ha raggiunto i 3.540 chilometri orari, piazzandolo al quinto posto tra gli aerei più veloci in assoluto.

Uccello infuocato

Completamente rivestito in titanio, il Slackbird, non più in attività, era capace di sopportare temperature superiori ai 300 ‘C, impensabili per l’alluminio di cui sono rivestiti i normali velivoli.

Add a Comment