Perché le batterie per auto si scaricano?
682
post-template-default,single,single-post,postid-682,single-format-standard,cookies-not-set,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive
batterie per auto

Perché le batterie per auto si scaricano?

La batteria scarica è un imprevisto che affligge migliaia di automobilisti e, quando si presenta, provoca tante noie e grattacapi. Uscire di casa, entrare in auto e scoprire che non parte è, sicuramente, una delle sensazioni più amare che possano capitare soprattutto quando non si ha a disposizione l’attrezzatura giusta, come un avviatore, per farla ripartire immediatamente. Questo succede perché, distrattamente, si lasciano accesi i fari di posizione o la luce interna dell’abitacolo oppure per cause di forza maggiore, come un abbassamento delle temperature nella stagione invernale. Anche il gran caldo dell’estate può provocare qualche disturbo alle batterie per auto, lasciando semplicemente il proprio veicolo fermo per più di una settimana. Se poi il problema si presenta con una certa frequenza, allora è arrivato il momento di sostituire la batteria con una nuova e più giovane, in grado di garantire ottime performance e mantenere invariato il funzionamento del motore.

Il funzionamento di una batteria

Una comune batteria per auto è composta da elementi, tipo piombo e acido solforico, e funziona per accumulazione di elettricità. Attraverso una reazione chimica viene generata una tensione tra diversi materiali, quali piastre negative-positive e l’elettrolito, una soluzione composta da acido solforico e acqua. Le principali batterie per auto presenti in commercio sono dotate di una tensione di 2 volt per ogni cella. Generalmente, in ogni batteria ci sono 6 celle, di conseguenza la tensione complessiva sarà intorno ai 12 volt ( ma può oscillare tra i 12,4 e i 12,7 volt). L’iter “meccanico” è piuttosto facile da comprendere: con l’innesco di un circuito tra i due poli, positivo e negativo, viene generata elettricità. Si tratta di un susseguirsi di scariche e cariche continue mentre l’accumulatore, azionato con l’accensione del motore, inizia a perdere carica.

Viceversa, quando la vettura è in moto ma non vengono utilizzati gli accessori, come la radio o l’accendisigari, la batteria viene attraversata dalla corrente ricaricandosi. In questo caso, è l’alternatore ad alimentare la batteria. Detto questo, quando iniziano i problemi? Nel momento in cui le piastre di piombo, contenute all’interno della batteria, diventano simili chimicamente parlando, abbassando la tensione prodotta fino a contrastare l’erogazione della corrente elettrica. Spesso, per rimediare a tale problema, basta una semplice ricarica della batteria che ritornerà a svolgere correttamente la sua funzione. Il numero di ricariche può essere infinito, fino quando non si arriverà alla completa usura del prodotto.

Dove acquistare batterie per auto di qualità?

A distanza di qualche anno dall’acquisto dell’auto, è buona norma verificare lo stato della batteria facendo attenzione a particolari segnali. Ad esempio, se l’autovettura stenta ad accendersi può essere un primo campanello d’allarme, ma è anche vero che il “tentennamento” potrebbe essere legato allo scarso utilizzo dell’auto ferma da molto tempo o alle temperature molto basse. Per avere la prova certa della completa usura della batteria è necessario misurare la tensione. Per farlo basta semplicemente avere un’attrezzatura specifica: il voltmetro. In ogni caso, si può sempre andare presso autofficine specializzate e far eseguire questa operazione a un personale competente.

In pratica, il voltmetro permette di conoscere l’effettivo “stato di salute” della batteria della vettura e capire se è il caso di sostituirla con una nuova. In caso positivo, ossia batteria in buono stato, il dispositivo dovrà indicare una tensione compresa fra i 12,4 e i 12,7 volt; in caso negativo, la tensione sarà inferiore a 12,4 volt ed è obbligatorio cambiarla. Per la sostituzione è sempre meglio acquistare da aziende o rivenditori qualificati, come mtrbatterie.it che rilasciano una normale garanzia sui propri prodotti. In più, Mtr è specializzata nella creazione e progettazione di batterie di qualsiasi genere, partendo da quelle per auto e moto, fino ad arrivare a quelle per i dispositivi elettronici tra i più diffusi sul mercato.

No Comments

Post a Comment