Cosa fare in caso di incidente stradale
621
post-template-default,single,single-post,postid-621,single-format-standard,cookies-not-set,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive
Cosa fare in caso di incidenti stradali

Cosa fare in caso di incidente stradale

Cosa fare in caso di incidenti stradaliIn macchina, in moto o in bicicletta, un incidente può capitare a tutti. Quello che conta è mantenere la calma, per quanto possibile, e sapere come comportarsi per mettersi in sicurezza, aiutare gli altri e per compilare la constatazione amichevole indispensabile in caso di sinistro. Ecco allora tutto quello che c’è da sapere in caso di incidente stradale.

Cosa fare in caso di incidente stradale

Guidare con prudenza, rispettare i limiti di velocità e seguire con scrupolo tutte le norme del codice della strada è fondamentale, ma purtroppo questo non basta per evitare un incidente stradale. Per colpa delle negligenze degli altri, o anche solo per una nostra breve disattenzione, può capitare di trovarsi coinvolti in un incidente stradale.

In macchina, in moto o in bicicletta, ma anche a piedi, dal momento che sono numerosi i pedoni che vengono coinvolti ogni anno in un incidente, un evento di questo tipo può capitare davvero a tutti. Ma cosa fare in caso di incidente stradale? E come comportarsi per non mettere a rischio la nostra salute e quella degli altri? E l’assicurazione e le varie coperture stipulate in caso di sinistro; come funzionano? Ecco allora tutto quello che c’è da sapere in merito.

La prima cosa da fare in caso di incidente, anche se sottolinearlo può sembrare banale, è quella di mantenere la calma. Questo è fondamentale per capire i danni provocati, a sé stessi, ad altri e ai mezzi coinvolti, e per avere la giusta lucidità per chiamare i soccorsi necessari. Per la vostra incolumità indossate il giubbino catarifrangente e sistemate il triangolo di emergenza, che tutti devono avere nel bagagliaio, a una distanza che deve precedere di 50 metri il luogo dell’incidente.

Il 118, il numero per chiamare l’ambulanza, il 113, quello per mettersi in contatto con la polizia stradale e il 112, per chiamare i carabinieri, sono i contatti a cui dovrete fare riferimento e, mentre attendete, verificate che ci siano o meno feriti a cui dover prestare soccorso. Controllare il polso e la respirazione sono due accorgimenti facili da mettere pratica e indispensabile per fornire al telefono le prime informazioni sull’eventuale gravità della situazione in caso di feriti.

Se siete in auto, che la colpa sia la vostra o quella di un’altra persona coinvolta, è bene sapere che non bisogna firmare alcun tipo di constatazione amichevole se entrambe le parti non sono d’accordo.

Se vi trovate a essere la parte lesa, quindi, soprattutto se in quel momento siete sotto shock, aspettate a firmare qualsiasi genere di documento, almeno fino al momento in cui non avrete chiamato i soccorsi o qualcuno di fiducia che possa venire ad aiutarvi.

Quando si parla di incidenti, poi, è doveroso suddividere i sinistri che presentano danni di piccola entità dagli incidenti che presentano invece danni gravi. In caso di breve tamponamento, per esempio, la controversia può essere semplicemente risolta tra le due parti chiamate in causa con la verifica delle rispettive assicurazioni e con la compilazione della constatazione amichevoli.

Negli incidenti più severi, invece, in cui i mezzi hanno subito gravi danni, ma in cui soprattutto ci sono delle persone ferite, sarà invece necessario l’intervento del personale sanitario e dei vigili o dei carabinieri che si occuperanno di risolvere la parte burocratica della faccenda e di compilare tutti i verbali del caso.

Se vi trovate coinvolti in un tamponamento di piccola entità, restate calmi e spostate per prima cosa l’auto per non intralciare il traffico e per non creare situazioni pericolose. Spostare la macchina dal luogo dell’incidente, inoltre, è preciso obbligo del cittadino. La non adempienza comporta il pagamento di una multa che può variare dai 38,00 ai 155,00 euro. Se intorno ci sono testimoni che hanno assistito all’incidente, ricordatevi che la loro testimonianza potrebbe essere preziosa soprattutto nel caso dei concorsi di colpa.

Se l’incidente è di grave entità e ci sono dei feriti coinvolti, la situazione cambia notevolmente. Le macchine, in questo caso, non devono essere spostate, soprattutto se i feriti sono al suo interno. Lo stesso vale per i feriti riversi a terra; l’unica cosa da fare è verificare il loro stato di coscienza e allertare immediatamente il 118 affinché invii sul luogo un’ambulanza. Solo agli operatori dell’ambulanza e al medico che sarà inviato sul luogo dell’incidente spetta il compito di spostare, con i giusti mezzi, le persone ferite. Farlo senza cognizione di causa potrebbe essere molto pericoloso, soprattutto qualora sia in corso una severa emorragia interna.

No Comments

Post a Comment