Cosa fare a Lecce

Negli ultimi anni il Salento ha conosciuto un vero e proprio boom di turisti provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa. Le ragioni di questo straordinario successo vanno individuate sicuramente in una molteplicità di elementi che – sapientemente amalgamati – hanno fatto del tacco d’Italia uno dei popoli d’attrazione turistica più gettonati del bel paese.

Ma perchè all’improvviso vanno tutti in Puglia? E’ una semplice moda del momento, oppure c’è qualcosa di più?

Lecce: cosa vedere tra arte, cultura e spiagge

Spesso a questa domanda si risponde dicendo: ” Si va in Puglia perchè c’è il mare bello!” Tutto qua? Effettivamente è una risposta riduttiva; specie se si riflette sul fatto che il ‘mare bello’ c’è in Puglia, ma anche in Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania e Liguria.

Insomma, non può essere vero che all’improvviso la Puglia è diventata di moda solo perchè c’è il mare cristallino. Certo non è poco (anzi è tantissimo); ma sicuramente la grande bellezza delle ‘Maldive del Salento‘ non è l’unica ragione del grande successo turistico di questa regione.

C’è dell’altro dunque. Cerchiamo di capire cosa. Per farlo siamo stati a Lecce e ne siamo rimasti letteralmente folgorati. La città si presenta sin dall’ingresso nella parte storica in tutta la sua maestosità barocca. Il barocco leccese, inoltre, è unico nel suo genere. La pietra calcarea bianchissima con cui sono scolpiti palazzi e chiese della città, rende l’architettura di questa provincia davvero esemplare. Non è un caso, quindi, che Lecce sia conosciuta anche come la ‘Firenze del sud‘.

L’arte e la bellezza che abbiamo avuto modo di ammirare passeggiando per i violetti del centro storico sono una vera meraviglia per i sensi. I colori caldi dei palazzi realizzati con la pietra calcarea diventano ancora più belli al tramonto, quando il sole salentino s’infuoca e la notte calda avvolge la città.

Lecce è’ un’esperienza sensoriale unica: qui, ogni cosa è pura arte: le chiese antiche, i palazzi barocchi, i ciottoli delle strade, le innumerevoli statue dei tanti artisti che nel corso degli anni hanno donato ulteriore splendore e arricchimento artistico alla città; ma anche il cibo e i sapori unici della Puglia fanno di questa città la meta ideale per chi vuole vivere un’esperienza davvero unica.

Centro storico di Lecce: patrimonio UNESCO

Lecce offre tanto sotto tutti i punti di vista: per gli amanti dell’arte, il patrimonio artististico del centro storico, dichiarato anche patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è davvero unico e meraviglioso. Le chiese, Il Duomo dell’Assunta, la cattedrale e la bellissima piazza dedicata a sant’Oronzo che è anche il patrono della città sono solo alcune delle chicche che potrete ammirare semplicemente passeggiando per le vie del centro storico.

Lecce è perfetta anche per gli amanti dello shopping e dell’artigianato locale: sono tantissimi, sempre lungo il centro storico, i locali dedicati all’artigianato locale, dall’abbigliamento ai complementi per la casa. Squisitamente Made in Puglia.

Lecce, tuttavia, è una città meravigliosa anche per chi ama il mare. Ad una manciata di chilometri dal centro della città, infatti, si trovano le gettonatissime ‘Maldive del Salento’. Località come San Foca, Porto Cesareo, Gallipoli sono davvero vicinissime ed è proprio qui che si concentra il clou del turismo estivo ed autunnale. Qui si trovano alcune delle spiagge più belle d’Italia, spiagge dove il mare cristallino la fa da padrone ma anche la straordinaria organizzazione dei bagni.

Aperitivi, musica, servizio in spiaggia, dj e discoteca a cielo aperto sono solo alcuni dei servizi ‘extra’ offerti dalla maggior parte dei lidi salentini.

Ecco perchè è qui che si concentra la movida da giugno a settembre inoltrato, toccando picchi di presenze che si aggirano intorno ai 2 milioni a stagione. Numeri da capogiro, insomma, che un tempo appartenevano solo alla riviera romagnola. Oggi invece, la Puglia è la nuova riviera con qualche arma in più: mare cristallino, servizi turistici al top e una straordinaria offerta gastronomica

Add a Comment