Come scegliere l'olio motore ideale
674
post-template-default,single,single-post,postid-674,single-format-standard,cookies-not-set,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive
olio motore

Come scegliere l’olio motore ideale

Quando si tratta di scegliere l’olio motore online per il tuo veicolo, ti ritrovi davanti a centinaia di prodotti. Questa guida ti aiuta a scegliere quello più adatto alle tue esigenze. Scegliere l’olio motore corretto per la tua auto potrebbe sembrare scoraggiante, ma il modo migliore per iniziare, è controllare il manuale del produttore dell’auto che suggerisce il peso dell’olio. Regola questo peso in base alle condizioni meteorologiche e poi inizia a scegliere un marchio specifico di olio motore, verificando il simbolo che indica che l’olio è stato testato e soddisfa gli standard API. Il tuo prossimo compito, è quello di selezionare la viscosità adatta alle temperature in cui normalmente il tuo veicolo opera e il gioco è fatto.

La viscosità è valutata a 0° F (rappresentato dal numero precedente la “W” che sta per l’inverno, Winter in inglese) e a 212° F (rappresentato dal secondo numero nella designazione della viscosità). Quindi l’olio 10W-30 ha meno viscosità quando è freddo e caldo rispetto a 20W-50. L’olio motore si assottiglia mentre si riscalda e si addensa quando si raffredda. Quindi, con gli additivi giusti è possibile aiutarlo a resistere all’eccessivo diradamento, un olio può essere valutato per la viscosità a freddo, un altro per quella a caldo. Più è resistente al diradamento, più alto è il secondo numero (10W-40 contro 10W-30, per esempio) e va bene. Detto questo, è chiaro che l’olio più spesso generalmente sigilla meglio e mantiene un miglior rivestimento di lubrificazione tra le parti mobili.

Una volta avviato il motore, l’olio si riscalda. Il secondo numero nella valutazione di viscosità – il “40” in 10W-40, per esempio – ti dice che l’olio rimarrà più spesso ad alte temperature rispetto a uno con un secondo numero più basso – il “30” in 10W-30 , per esempio. La cosa più importante è che usi la viscosità dell’olio consigliata dal manuale di istruzioni della tua auto. Ora, diamo un’occhiata alle varie tipologie di olio motore disponibili in commercio, per una scelta migliore.

Olio convenzionale premium: questo è l’olio standard per auto nuove. Tutti i marchi leader hanno uno per SL livello di servizio, disponibile in diverse viscosità. Le case automobilistiche di solito specificano un olio 5W-20 o 5W-30, in particolare per temperature più basse, con un olio 10W-30 come optional, in particolare per temperature ambiente più elevate. Queste tre valutazioni coprono quasi tutti i veicoli leggeri sulla strada.

Olio sintetico completo: gli oli realizzati per motori ad alta tecnologia, sono completamente sintetici. Se questi oli superano severi test speciali (indicati dalla loro etichettatura), significa che hanno prestazioni superiori e più durature in tutte le aree critiche, dall’indice di viscosità alla protezione dai depositi. Scorrono meglio a basse temperature e mantengono il massimo potere lubrificante alle alte temperature.

Olio per miscela sintetica: contiene una dose di olio sintetico miscelato con olio organico, e nel complesso sono formulati per fornire protezione per carichi un po ‘più pesanti e temperature elevate. Questo generalmente significa che sono meno volatili, quindi evaporano molto meno, il che riduce la perdita di petrolio.

Più alto chilometraggio: i veicoli di oggi durano più a lungo e, se ti piace l’idea di ripagare l’auto e di gestire il chilometraggio in sei cifre, hai un’altra scelta di petrolio, quella formulata per veicoli a più alto chilometraggio. Quasi due terzi dei veicoli sulla strada hanno più di 75.000 miglia sul contachilometri.

No Comments

Post a Comment