Come ottenere il rimborso per il ritardo aereo?

Come ottenere il rimborso per il ritardo aereoI ritardi dei voli possono verificarsi per una serie di ragioni come ad esempio a causa della mancanza di equipaggio, ma anche a seguito di problemi meccanici o di altro genere. La compensazione per i voli ritardati è stata stabilita dal regolamento europeo EC 261/04, che garantisce fino a 600 euro per passeggero per voli ritardati di tre ore o più.

In quali circostanze si ha diritto a presentare una richiesta di risarcimento?

Ovviamente una compagnia aerea preferirebbe evitare di pagare una simile somma di denaro, oltre ad essere impantanata da un lungo processo burocratico. Le compagnie aeree desiderano, infatti, anche evitare disguidi con i passeggeri per tutelare la loro reputazione, e pertanto preferiscono provvedere al pagamento.

Le richieste di risarcimento sui voli in ritardo si possono evitare se una compagnia aerea può dimostrare che il disguido è stato causato da circostanze eccezionali che vanno oltre il monitoraggio della compagnia aerea. In molti casi (ma non in tutti) si verificano scioperi del personale di bordo, ma anche di quello di terra addetto alla manutenzione dell’aerostazione, o anche a condizioni meteorologiche avverse. Ciò che è considerato una circostanza eccezionale è tuttavia stabilita dal sistema giuridico di ciascun paese.

Quando si ha diritto al rimborso

Il diritto a richiedere un rimborso per i voli in ritardo si riferisce a quando si eccede per un tempo superiore alle tre ore! Questo purtroppo accade molto più spesso di quanto si possa supporre. È importante tuttavia conoscere alcuni fattori fondamentali: la compensazione aerea varia da 250 a 600 euro. L’importo esatto dipende dalla ovviamente dalla distanza volata. Come già accennato, le compagnie aeree possono evitare di pagare la compensazione ritardata del volo in determinate circostanze. Tuttavia, dall’anno 2004, la legislazione prevede che la compensazione aerea debba essere fornita a determinate condizioni; infatti, se un volo è ritardato e la compagnia aerea non può produrre prove solide per dimostrare circostanze eccezionali, deve in tutti i casi provvedere a compensare i passeggeri interessati.

Approfittate di avere un partner competente al vostro fianco

In assenza di circostanze eccezionali, il regolamento UE 261/2004 sui diritti del passeggero prevede che la compensazione sia dovuta in caso di ritardo di volo, cancellazione o negazione di imbarco a causa di overbooking. Se dunque siete parte lesa, e desiderate presentare una richiesta di rimborso di un volo, potete rivolgervi al Flycare ( http://flycare.eu/procedendo nel seguente modo: Innanzitutto inserite nell’apposito modulo richieste del sito web i dati del volo e sarete poi immediatamente notificati. A questo punto il resto, lo fanno gli operatori del sito che affidano la pratica ai loro legali, che in un brevissimo lasso di tempo provvederanno a contattare la compagnia aerea in oggetto. Se tuttavia quest’ultima rifiuta di pagare, gli avocati preposti del sito Flycare provvederanno ad inoltrare la vertenza in tribunale, senza alcun costo aggiuntivo per i clienti che hanno deciso di affidarsi (in modo del tutto gratuito), alla loro esplicita competenza. Una volta che la compagnia aerea paga, il denaro viene direttamente inviato a mezzo bonifico sul conto bancario del cliente interessato.

Perché scegliere Flycare?

Al giorno d’oggi un gran numero di passeggeri inoltra formale richiesta di rimborso alle compagnie aeree che hanno effettuato voli con svariate difficoltà, ma tuttavia molti non proseguono nella vertenza on quanto non hanno i mezzi burocratici giusti a diposizione. Scegliere quindi siti come Flycare significa avere a disposizione una grande rete di esperti che guarderanno da vicino il caso e sapranno esattamente come procedere. Naturalmente il cliente è libero di contattare il call center in qualsiasi momento per conoscere l’andamento della pratica e soprattutto sapere se ci sono effettivi margini che la richiesta di rimborso venga accettata dalla compagnia aerea citata in giudizio. Flycare tra l’altro, a conferma della sua grande professionalità ed ampia conoscenza del settore voli, garantisce il cliente affinché possa ricevere sempre il giusto ammontare di danaro nonostante i tassi di cambio sfavorevoli e determinati dalla divisa in uso nel paese di origine della compagnia aerea. Infine è importante sottolineare che un altro fiore all’occhiello di Flycare è l’assoluta trasparenza nelle sue intermediazioni; infatti, tutela il cliente affinché riceva quanto a lui spettante ed in conformità con l’articolo di legge identificato con la sigla EC261.

Add a Comment