Applicazioni del GPS

A cosa serve il gps?

Sebbene originariamente progettato per applicazioni militari e di intelligence al culmine della guerra fredda nel 1960, nel 1980 il GPS è stato rilasciato per l’uso di applicazioni civili. Oggi, milioni di utenti si affidano ai sistemi di navigazione satellitare per orientarsi sulla loro strada ma anche per fare altre cose.

A cosa serve il GPS?

L’applicazione più usata del GPS è la navigazione satellitare per i veicoli, gli aerei e le navi. Esso consente a chiunque abbia un ricevitore GPS di individuare la velocità e la posizione sulla terra, in aria o in mare, con un’incredibile precisione. Gli automobilisti possono utilizzare i dispositivi di navigazione portatili a bordo dei veicoli per seguire un determinato percorso, trovare deviazioni quando hanno problemi di traffico e, con un software aggiuntivo, possono ricevere avvisi sul traffico e gli avvisi sulle posizioni degli autovelox.
Il GPS si può utilizzare anche per altri scopi:  gli escursionisti, ad esempio, possono utilizzare i ricevitori GPS per avere la certezza che stanno seguendo il percorso giusto e possono anche segnare i diversi punti che incontrano lungo la strada. I giocatori, invece, possono prendere parte a geocaching, una sorta di caccia al tesoro dell’era digitale, che utilizza precisi segnali GPS che aiutano i giocatori a rintracciare una scorta nascosta.

Moderne applicazioni del GPS

I servizi di emergenza che utilizzano GPS, inoltre, possono impiegare il satellitare non solo per trovare rapidamente la strada in cui c’è stato un incidente, ma anche per individuare la posizione esatta di incidenti e – di conseguenza – per consentire al personale di individuare rapidamente la scena in cui effettuare i soccorsi. Ciò è particolarmente utile per le squadre di soccorso in mare e per quelle che lavorano a terra in condizioni climatiche estreme, quando cioè il tempo può essere una questione di vita o di morte.
Gli scienziati e gli ingegneri hanno anche sperimentato applicazioni dei ricevitori GPS in esperimenti scientifici e nel monitoraggio attività geologiche, come i terremoti e le eruzioni vulcaniche. Il GPS, quindi, può essere impiegato per realizzare mappe molto precise ma anche per monitorare le condizioni climatiche presenti in un preciso punto della terra, dell’aria o del mare. In linea di massima, gli usi di un satellitare vanno ben oltre quelli noti nel senso comune che vede questo dispositivo impiegato solo via terra e – precisamente – all0interno delle automobili. Come abbiamo visto, il GPS ha alle spalle una storia lunga che lo ha visto nascere con scopi completamente differenti rispetto alle moderne applicazioni. Tuttavia, le potenzialità del posizionamento satellitare sono enormi e molte sono ancora da esplorare.

Add a Comment